lunedì 30 giugno 2014

Crimea prepara prima unità CBRN

Istituito a Sebastopoli, capitale della neonata Repubblica autonoma di Crimea, un reggimento CBRN russo, unità di protezione e reazione agli attacchi condotti con agenti chimici, biologici, radiologici e nucleari. La notizia, pubblicata dall'agenzia di stampa RIA Novosti, è stata diramata lunedì scorso dal Colonnello Igor Gorbul, portavoce del Distretto militare meridionale con sede a Rostov sul Don. Ai media Gorbul ha precisato che l'unità, inserita nella struttura di comando della Flotta del Mar Nero, è già attiva e che in base al suo potenziale è in grado di adiempiere a tutti i compiti richiesti dall'attuale componente militare presente in Crimea.  Il reggimento, al quale aderiscono sia militari che personale a contratto, è dotato di  moderni ricognitori CBRN sviluppati su veicoli corazzati di fanteria BTR-80, di sistemi di decontaminazione (TMS-65U) e di  mezzi protetti dalle contaminazione di fumi e di agenti chimici  (TDA-2K). Il prossimo agosto il personale dell'unità sarà impegnato in una esercitzione che si terrà presso l'area di addestramento di Opuk, nei pressi di Kerch, estremo lembo della Crimea orientale.