venerdì 13 giugno 2014

Filippine: IOMAX candida l'Archangel

Archangel  BPA IOMAX
IOMAX, società statunitense che eroga servizi e tecnologia avanzata nel settore Difesa, ha presentato un'offerta al governo della Repubblica delle Filippine per la  fornitura dell’Archangel Block 3 Border Patrol Aircraft (BPA); lo riferisce la rivista specializzata IHS Jane’s che in un articolo pubblicato la settimana scorsa precisa che il biposto da attacco leggero viene proposto come valido sostituto dei nove Rockwell OV-10 Bronco che le Forze aeree filippine (PAF) stanno mettendo fuori servizio, un bimotore ad ala alta utilizzato come velivolo antiguerriglia (COIN) e per le attività di ricerca e soccorso (SAR). Il Dipartimento Nazionale della Difesa (DND) ha formalizzato i requisiti tecnici della commessa con la pubblicazione  di una gara d’appalto da US$ 114 milioni, cifra che prevede l’acquisizione di sei velivoli da supporto aereo ravvicinato (CAS) e relativa struttura logistica.

Gli  OV-10 ancora in servizio – 9 dei 32 Bronco acquistati di seconda mano tra il 1991 e il 2003 dagli Stati Uniti e dalla Thailandia – sono in forza al 15° Strike Wing di Sangley Point, base aerea situata nella  baia di Manila. L’unità opera da tempo come supporto aereo nelle attività antiterrorismo ed è impiegata sull’isola di Jolo contro i gruppi  Abu Sayyaf e Jemaah Islamiyah e contro il Fronte Islamico di Liberazione Moro. Per l’acquisizione del contratto l’Archangel BPA, che IOMAX ha già fornito agli Emirati Arabi Uniti e alla Giordania e che potrebbe essere scelto dallo Yemen, dovrà comunque competere con l’Embraer EMB-314 Super Tucano, il Beechcraft AT-6 Texan II e, se rivisto in versione armata, con il biposto svizzero da addestramento Pilatus PC-21.