martedì 10 giugno 2014

Svizzera seleziona UAV israeliano

Hermes 900 Elbit Systems
Il Dipartimento della Difesa (DoD) della Confederazione Svizzera ha scelto l'Hermes 900 HFE, aeromobile a pilotaggio remoto (UAV) prodotto dalla società aerospaziale israeliana Elbit Systems Ltd., con sede ad Haifa. La notizia, pubblicata dal sito internet Jewish Business News, precisa che il velivolo proposto da Elbit Systems ha battuto la concorrenza di un altro drone israeliano, il Super Heron, versione migliorata dell'Heron che Israel Aerospace Industries ha presentato lo scorso febbraio all'Airshow di Singapore. Se ratificato dal Parlamento, la Svizzera acquisterà per US$ 276 milioni 15 Hermes 900 HFE; i velivoli, destinati alle Forze Armate e alla Protezione Civile, prenderanno il posto dei vecchi ADS 95 Ranger, 24 UAV da ricognizione attualmente assegnati al 7° Wing e al 7° Squadron  di Emmen, base aerea situata nel Cantone di Lucerna, 40 km a sud di Zurugo. Prodotti dal costruttore svizzero RUAG Aerospace, gli ADS 95 Ranger sono entrati in servizio tra il 1998 e il 2001 e termineranno il loro ciclo vita nel 2020.

Già acquisito da Israele, Brasile, Colombia, Cile e dalle Forze di Polizia messicane, l'Hermes 900 HFE è un velivolo a controllo remoto che può effettuare missioni a quote medie e a lungo raggio (MALE): spinto da un motore Rotax 914 da 86 kW (115hp) , raggiunge una quota di servizio di 9.144 m (30.000 ft) e ha un'autonomia di 36 ore; la velocità massima è di 220 km/h (137 mph),  quella di servizio è 112 km/h (70 mph). Con un carico utile di 350 kg, l'Hermes 900 HFE può essere equipaggiato con sensori elettro-ottici, infrarossi e laser, e con una vasta gamma di apparati radar e sistemi di ricerca idonei a svolgere missioni intelligence, di ricognizione e di sorveglianza.