martedì 8 luglio 2014

Romania restaura MiG-21 del Mozambico

Immagine Aerostar
Rientreranno presto in servizio gli ultimi due degli otto caccia da combattimento MiG-21 delle Forze aeree del Mozambico (Força Aérea de Moçambique - FAM) aggiornati negli stabilimenti di Bacau dalla società aeronaturica romena Aerostar. La notizia, diramata il 7 luglio scorso dalla rivista Flight International, precisa che il programma di restauro, iniziato la scorsa estate, prevedeva la revisione e l'aggiornamento di sei monoposto MiG-21bis Fishbed L/N, di due biposto da addestramento MiG-21UM Mongol B e di un caccia da attacco leggero Aero Vodochody L-39ZO. Sui sei MiG già rientrati in Mozambico, i tecnici romeni operato la ristrutturazione dell'intera struttura, revisionato il motore e installato nuove apparecchiature, tra cui un sistema di navigazione GPS e un registratore digitale dei dati di volo. 

Aerostar, che alla FAM fornisce anche l'addestramento necessario ai piloti e gli specialisti di terra, ha reso noto che entro qualche settimana dovrebbero essere riconsegnati anche gli ultimi due caccia di fabbricazione russa, mentre nulla è trapelato circa i tempi di restauro relativi all'L-39. Il MiG-21bis rappresenta la terza generazione dei modelli prodotti dalla Mikoyan-Gurevich dal 1957. Spinto dal più potente motore Tumanskiy R25-300 e con un gran numero di varianti, è stato realizzato nelle versioni: MiG-21bis Fishbed-L, equipaggiato con sistema a terra di rilevamento dell'obiettivo aereo (Graund-Controlled Interception GCI); MiG-21bis Fishbed-N, equipaggiato con sistema di atterraggio strumentale (ILS); MiG-21bis-D, equipaggiato con sistemi interfacciabili con la NATO, incluso l'ILS prodotto dalla Honeywell (VOR/ILS e DEM), un ricevitore GPS, nuovi sistemi di comunicazione Rockwell Collins e nuovi apparati IFF; MiG-21bis-T, equipaggiato sotto la fusoliera con pod apparati per la ricognizione.