martedì 15 luglio 2014

Varsavia rinnova flotta elicotteri d'attacco

AgustaWestland AW129
Dopo la maxi gara aperta lo scorso anno per 70 elicotteri multiruolo, il Ministero della Difesa polacco sta lanciando un programma di acquisizione per almeno 40 velivoli militari d'attacco. Originariamente previsti per il 2020, gli elicotteri andranno a sostituire gli untimi 29 Mil Mi-24D/V delle Forze di terra polacche. In uno statemet diramato lo scorso 8 luglio, il Ministero della Difesa ha reso noto che il programma "Raven", questo il nome del piano di acquisizione, si sviluppa in due fasi. La prima, che secondo i vertici della Difesa sta procedendo più speditamente di quanto previsto, riguarda la definizione dettagliata dei requisiti operativi da inserire nel bando di gara; la seconda, che potrebbe già iniziare nel 2015, prevede l'analisi di mercato e l'apertura di un tavolo tecnico con i possibili competitors. Quattro le aziende che potrebbero aggiudicarsi la gara: Airbus Helicopters con l'ultima versione dell'Eurocopter HAD Tiger; AgustaWestland, con AW129 presentato dalla controllata polacca PZL Swidnik; Boeing, con l'AH-64E Apache. Per quanto riguarda la commessa relativa agli elicotteri multiruolo, Varsavia ha posto come termine per la presentazione delle offerte il 30 settembre. Alla gara pertecipano Airbus con Eurocopter EC725, Sikorsky con l'S-70I Black Hawks, assemblato in Polonia dalla PZL Mielec, e AgustaWestland con l'AW149.