martedì 11 novembre 2014

Esercitazione congiunta Russia-Serbia

Specijalna Antiteroristička Jedinica
Il 7 novembre scorso le unità delle Forze speciali serbe e delle Truppe aviotrasportate russe hanno condotto nella Vojvodina meridionale la prima esercitazione antiterrorismo congiunta SREM-2014. La notizia, pubblicata dall'organizzazione no-profit InSerbia, precisa che la manovra è stata giocata nel poligono militare di Nikinci, 65 km ad ovest di Belgrado. Arrivati all'aeroporto militare di Batajnica, gli oltre 100 "Berretti blu" della Vozdúšno-desántnye vojská (VDV) hanno cooperato per tutta la durata dell'esercitazione con le Specijalna Antiteroristička Jedinica (SAJ) nelle operazioni di ricognizione, aviolancio, infiltrazione ed attacco alle basi terroristiche e nel recupero degli ostaggi. Oltre ad alcuni elicotteri delle Forze aeree serbe Mil Mi-8T/HT40 e Mi-17/HT-48, la SREM-2014 ha visto l'impiego di numerosi mezzi russi arrivati in Serbia a bordo dei sei quadrigetto da trasporto strategico Ilyushin Il-76 messi a disposizione da Mosca. Tra il materiale utilizzato a Nikinci vanno menzionati un sistema aereo a controllo remoto (UAS) Granat-1, un numero non precisato di quadricicli fuoristrada di derivazione motociclistica (Quod) e mezzi di blindati da combattimento BMD M1981/1  e per il trasporto truppe BOV M-86. (IT log defence)