martedì 3 marzo 2015

Pyongyang minaccia attacco preventivo contro Stati Uniti

Pyongyang ha minacciato Washington, che lancerà un attacco preventivo se la minaccia nucleare degli Stati Uniti dovesse aumentare. La notizia, diramata martedì scorso dall'agenzia di stampa Reuters e pubblicata da Rossijskaja Gazeta, è stata data dallo stesso ministro degli Esteri nord coreano Ri Yong Su, intervenuto alla Conferenza Onu sul disarmo di Ginevra. Ricordando la capacità di deterrenza dell'arsenale atomico di Pyongyang, Ri ha definito le prossime esercitazioni congiunte Foal Eagle che Stati Uniti e Corea del Sud giocheranno tra marzo e aprile una vera e propria provocazione. Come ritorsione il 1° marzo l'Esercito Popolare della Corea del Nord (KPA) aveva effettuato il lancio di due missili a corto raggio SCUD C/Hwasong 6, caduti a largo del mare Mar del Giappone a 490 km (300 mi) di distanza dalla piattaforma di lancio. Recentemente Pyongyang, che ha iniziato lo sviluppo di missili balistici imbarcati su sottomarini, aveva promesso di dare il via ad una moratoria sui test nucleari se Washington e Seoul avessero abbandonato le esercitazioni militari congiunte. L'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha scritto ieri che la Corea del Nord potrebbe essere già pronta ad effettuare attività live con missili a medio raggio. (IT log defence) Foto: Rossijskaja Gazeta