lunedì 13 aprile 2015

Continua l'aggiornamento del MiG-31BM

MiG-31BM
La scorsa settimana il vice ministro della Difesa russo, Yury Borisov, ha annunciato l'entrata in servizio di 24 intercettori MiG-31BM Foxhound. L'agenzia di stampa TASS precisa che i caccia, aggiornati dall'industria aeronautica Sokol Nizhiy Novgorod, sono stati assegnati al 790th Fighter Order of Kutuzov Aviation Regiment in forza alla base aerea di Borisovsky Khotilovo, nell'oblast di Tver, Russia occidentale, e ad un secondo gruppo intercettori di cui però non è stato ancora reso noto l'identificativo. Borisov ha, inoltre, precisato che per il prossimo quadrienni è previsto l'aggiornamento di almeno 12-13 MiG-31 all'anno, per un totale di 110 caccia sui 130 che compongono la flotta Foxhound. Il programma di ammodernamento della flotta MiG-31, suddiviso in due diversi contratti, il primo con validità 2011-2019 per 50 velivoli e il secondo sottoscritto nel 2014 e valido fino al 2018, ha un costo totale di US$ 896 milioni.

L'upgrade, curato dalla RSK MiG, sussidiaria United Aircraft Corporation (UAC), permetterà di estendere la vita operativa della linea MiG-31 di 15-20 anni; il caccia, in servizio da 20-30 anni, potrebbe così arrivare a volare fino a quattro o cinque decenni. Oltre alla fusoliera e all'avionica, viene eseguito l'aggiornamento dei display del cockpit, installato un nuovo datalinks e un nuovo sistema radar (Zaslon-M/Flash dance), con range operativo di 320 km e numero di target tracciati contemporaneamente pari a 24 e con la possibilità di abbatterne da sei ad otto contemporaneamente. Viene, inoltre, rivista la parte relativa al controllo del fuoco, ai carrelli e a parte degli armamenti, con l'adozione di missili R-37M (RVV-BD). Il MiG-31 è un caccia intercettore supersonico realizzato esplicitamente per contrastare i bombardieri strategici e missili da crociera occidentali. Costruito dal 1975 al 1997 in circa 500 esemplari, è attualmente utilizzato dalla sola Russia e dal Kazakistan e, comunque, non è mai stato esportato al di fuori dell'allora Unione Sovietica. Grazie ai materiali utilizzati per la costruzione, il MiG-31 può raggiungere la velocità massima di Mach 3, anche se ad alta quota viene indicato come limite di sicurezza Mach 2.83 (2.830 km/h) mentre a bassa quota la velocità massima teoria è di Mach 1.23 (1.500 km/h). Per quanto riguarda il combustibile, la capacità massima è di 25.000 litri, con 20.000 litri imbarcati nei serbatoi interni e 5.000 in due serbatoi supplementari sotto le ali. L'armamento prevede un cannone a sei canne rotanti interno GSh-6-23 da 23 mm e una serie di combinazioni per massimo otto missili alloggiati sotto quattro piloni alari: missili aria-aria a corto raggio Molniya R-60 (AA-8 Aphid) e R-73 (AA-11 Archer); missili aria-aria a medio raggio R-77 (AA-12 Adder); missili aria-aria a lungo raggio Vympel R-33 (AA-9 Amos), R-37 (AA-13 Arrow) e R-40TD1 (AA-6 Acrid); missili antinave e anti-radar a medio raggio Kh-31 (AS-17 Krypton) e missili anti-radar a medio raggio Kh-58 (AS-11 Kilter). (IT log defence) Foto: Lenta.ru