martedì 7 aprile 2015

Missili israeliani per la marina indiana

Barak-8
Entro fine anno la Marina Militare indiana (IN)  inizierà ad equipaggiare le sue navi da guerra con il sistema di difesa aerea Barak-8. Il missile superficie aria (SAM) sviluppato dall'azienda israeliana Rafael, controllata Israel Aerospace Industries (IAI), e dall'agenzia governativa indiana Defence Research and Development Organisation (DRDO), verrà prodotto dalla Bharat Dynamics Limited (BDL), industria controllata dal Ministero della Difesa indiano con sede ad Hyderabad, capitale dello Stato del Telangana, India meridionale. La notizia, anticipata nel febbraio scorso dal sito specializzato naval-technology e confermata dalla rivista statunitense IHS Jane's, precisa che i primi 32 missili prodotti dalla BDL saranno destinati al DDG INS Kolkata (D63), cacciatorpediniere lanciamissili guidati classe Project 15-A (Kolkata) realizzato dal costruttore navale Mazagon Dock Limited nei cantieri di Mumbai. Successivamente il Barak-8 verrà installato come sistema di difesa aerea sugli altri due cacciatorpediniere classe Project 15-A, il DDG INS Kochi e il DDG INS Chennai, entrambe in avanzato stato di costruzione. 

Testato con successo nel novembre 2014, il Barak-8 è un missile a medio raggio con sistema di guida GPS/S Band Data Link e radar di ricerca attivo RF/IIR. Il range operativo è di 70 km, la quota di volo va da pochi metri sul livello del mare a 16 km, la velocità d'ingaggio è Mach 2 (680 m/s). Il sistema di lancio è composto da un modulo a 8 celle VLS (verticl launch system), mentre il missile è armato con una testata da 60 kg. (IT log defence) Foto: IAI