martedì 14 aprile 2015

Nuovo obice semovente per IDF

Howitzer Doher M109
Dopo quasi mezzo secolo di servizio e la partecipazione a numerose guerre - prima fra tutte la guerra dello Yom Kippur del 1973 - le Forze di Difesa israeliane (IDF) hanno deciso di sostituire gli obici semoventi M109 da 155 mm con howitzer di nuova generazione. La notizia, pubblicata dal The Jerusalem Post, sarebbe stata diramata da una fonte anonima del Corpo di Artiglieria israeliano; l'ufficiale ha spiegato che per il nuovo obice è richiesta una cadenza di fuoco superiore ai 3 colpi al minuto, una maggiore gittata e una migliore mobilità dell'M109. Inoltre, il semovente deve essere manovrato da un equipaggio meno numeroso dei 6/10 membri previsti per gli howitzer attualmente utilizzati dalle IDF.

Entrato in servizio nel 1970, l'M109 israeliano, conosciuto anche come Rochev e Doher, versioni riviste e potenziate per Stato ebraico, ha subito numerosi aggiornamenti e modifiche, dal sistema di purificazione dell'aria, utilizzato dall'equipaggio in caso di attacco chimico o biologico, all'adozione di un sistema di Comando e Controllo digitale che collega gli equipaggi alla rete delle forze di terra, per finire con la gittata, passata dai 18 km del Rochev ai quasi 30 km sviluppati dal Doher. I due obici che potrebbero correre nella gara d'appalto che il ministero della Difesa israeliano si accinge a pubblicare sono l'Autonomous Truck Mounted Howitzer (ATMOS 2000), prodotto dall'azienda israeliana Soltam System, e l'Artillery Gun Module (AGM), sviluppato dall'industria tedesca Krauss-Maffei Wegmann. Entrambe gli obici hanno una gittata superiore ai 40 km e sono montati su autocarro, il che garantisce una maggiore mobilità e velocità negli spostamenti; altro punto a favore è l'equipaggio che si riduce a soli due o tre membri. (IT log defence) Foto: getago.us