mercoledì 13 maggio 2015

Sottomarini e missili francesi per la Polonia


Exocet SM39 MBDA
La Francia avrebbe lanciato un'offerta per la vendita di armamenti alla Polonia; si tratterebbe dei 24 missili da crociera richiesti da Varsavia per i tre nuovi sottomarini che la Marynarka Wojenna (Marina militare della Polonia)dovrebbe acquisire tra il 2022 e il 2023. Secondo quanto pubblicato da Defense News, oltre ai missili da crociera a lungo raggio prodotti dalla MBDA missile systems (molto probabilmente EXOCET SM39 BLOCK 2), Parigi avrebbe, inoltre, avanzato un'offerta relativa ai sottomarini francesi classe Scorpene, unità diesel-elettriche da attacco realizzate dai cantieri navali del gruppo industriale DCNS. Come annunciato dal ministro della Difesa, Tomasz Siemoniak, l'acquisizione è inquadrata all'interno del Military Modernization Plan definito dal governo polacco per la decade 2013-2022. Ipotesi circa il possibile acquisto di missili Exocet erano state avanzate lo scorso marzo in seguito ai colloqui avvenuti tra i vertici del Ministero della Difesa polacco e i rappresentanti di USA e  Francia.

Pur non essendo ancora confermata, la notizia di un possibile accordo tra Varsavia e Parigi ha. comunque, sortito i primi effetti: ai microfoni dell'agenzia di stampa Interfax il Generale Leonid Ivashov, l'ex capo del Dipartimento di Cooperazione Internazionale del Ministero della Difesa russo, avrebbe, infatti, targato l'iniziativa polacca come "un chiaro gesto anti-russo" che mostra "la dipendenza completa di Varsavia da Washington". A marzo era stato lo stesso Ivashov ad anticipare che nel caso in cui i missili francesi avessero raggiunto la Polonia, Mosca avrebbe preso le dovute "contromisure". (IT log defence) Foto: naval-technology.com