lunedì 27 luglio 2015

Cobra AH-1 israeliani per la Giordania

Bell AH-1F Cobra
Nel 2014 Israele avrebbe fornito alla Giordania sedici elicotteri da combattimento Bell AH-1F Cobra; la notizia, diramata il 23 luglio scorso dall'agenzia di stampa Reuters, precisa che il passaggio di mano rientra nel piano di sostegno alla lotta contro lo Stato islamico (ISIS). La consegna degli elicotteri al Regno Hashemita di Giordania è stata approvata dall'amministrazione USA che è intervenuta in favore di Amman bloccando un precedente accordo israeliano a sostegno della Nigeria. Allo stesso scopo Washington aveva facilitato nel 2013 il trasferimento dagli Emirati Arabi di sei turboelica Iomax AT-802, biposto in tandem con capacità di effettuare missioni ISR (intelligence, sorveglianza e ricognizione), dotati di sistemi di visione notturna e abitacolo corazzato, sistema di puntamento laser per la ricerca di obiettivi in movimento e armamento su sei punti di attacco con missili Hellfire, bombe GBU-12 e GBU-58, e razzi a guida laser. 

La Royal Jordanian Air Force (RJAF) opera con una flotta di Bell AH-1F assegnata al 10° e al 12° Gruppo di Muwaffaq Salti, base aerea a nord est di Amman; i velivoli vengono utilizzati contro i gruppi terroristici che operano  lungo il confine con la Siria e l'Iraq. Secondo quanto pubblicato dal sito specializzato Defense Update, nel 2010 Amman aveva ceduto al Pakistan gli esemplari più vecchi della flotta; il passaggio sarebbe avvenuto  nell'ambito di un programma di sostegno promosso degli Stati Uniti che avrebbero fornito ad Islamabad più di 40 Cobra da combattimento. Israele, che in origine operava con questo tipo di velivoli con due Gruppi da 30 unità ciascuno, ha ritirato definitivamente l'AH-1F dalla line di volo nel 2013. E' noto che RJAF arma il Cobra con missili aria-superficie BGM-71A TOW, razzi Hydra 70 da 70 mm (2.75 in) su lanciatori M260 e una mitragliatrice General Dynamics M197 Gatling calibro 20 mm (0.787 in). (IT log defence) Foto: Defense Update