domenica 9 agosto 2015

Più elicotteri per la Repubblica Ceca

AW-169M
Praga sta rivedendo a rialzo il piano di acquisizione della flotta elicotteri leggeri destinata alle Forze Armate della Repubblica Ceca (ACR). Secondo le dichiarazioni rese dal vice ministro della Difesa, Daniel Kostoval, nei prossimi tre anni potrebbero essere acquistati fino a 30-35 velivoli multiruolo ad ala rotante, più del doppio dei 12 previsti dal piano definito lo scorso anno. Destinati a sostituire parte dell'attuale flotta elicotteri, diciassette Mil Mi-24 Hind da attacco e venticinque Mil Mi-8/17 "Hip" da trasporto medio, i nuovi velivoli saranno tutti di produzione occidentale. Il piano di modernizzazione dei mezzi a disposizione dell'ACR prevede, inoltre, l'aggiornamento di dieci W-3A Sokol PZL-Świdnik, elicotteri leggeri multiruolo che operano dalla 24th Air Transportation Base di Praga-Kbelycechi come velivoli da trasporto o per le missioni SAR e Medevac. Il Ministero della Difesa ha chiarito che l'acquisizione sarà effettuata con la stessa procedura utilizzata per l'affitto dei 14 Saab Gripen presi in carico dalla Svezia lo scorso anno, un rapporto diretto con i governi di quei paesi le cui industrie intendono partecipare alla gara e per le quali si fanno garanti. Oltre ai velivoli, dovranno essere fornite le parti di ricambio, le attrezzature necessarie alla manutenzione, la documentazione e la formazione degli equipaggi di volo e del personale di terra. Stati Uniti (Bell Helicopters, Sikorsky), Francia (Airbus Helicopters) e Italia (AgustaWestland) sono già state invitate a presentare entro la prima metà di settembre le rispettive offerte; la Repubblica Ceca vorrebbe iniziare a ricevere il primo lotto di velivoli tra la fine del 2017 e i primi mesi del 2018. (IT log defence) Foto: Finmeccanica