mercoledì 19 agosto 2015

Riyad interessata alle Mistral

LHC Mistral
Nel piano di incremento delle capacità militari, l'Arabia Saudita sta concentrando la propria attenzione sulle forze navali con la pianificazione del possibile acquisto delle unità francesi di classe Mistral destinate alla Russia, Vladivostok e Sebastopoli. Secondo quanto pubblicato dall'edizione francese della rivista IHS Jane's e dal quotidiano moscovita Gazeta.ru, alle portaelicotteri d'assalto anfibio denominate Landing Helicopter Dock (LHD) sarebbe interessato anche l'Egitto ed altri dodici paesi: Australia, Brasile, Canada, Cile, Germania, India, Giappone, Malesia, Paesi Bassi, Singapore, Turchia e Venezuela. 

Una delle principali ragioni per le quali Riyad potrebbero concludere l'affare è la necessità strategica di dotarsi di unità anfibie di proiezione e comando adatte ad operazioni litoranee, questo in previsione della creazione di una Forza di intervento a guida araba che il presidente egiziano, Abdel Fattah Sisi, e il ministro della Difesa saudita e vice principe ereditario, Mohammed bin Salman, auspicano da qualche tempo. La comunità intelligence ritiene, inoltre, che l'Arabia Saudita potrebbe utilizzare le LHD francesi per presidiare il Golfo Persico e le sei isole dell'Hormozgan situate all'entrata dello stretto di Ormuz (Abu Musa, Bani Forur, Forur, Sirri, Grande e Piccola Tunb), amministrate dall'Iran e rivendicate dagli Emirati Arabi Uniti. Supponendo che i sauditi decidessero di finanziare l'acquisto, una delle due navi potrebbe comunque essere messa a disposizione della flotta egiziana per concorrere alla soluzione dei conflitti regionali che coinvolgono la Repubblica Araba, primo fra tutti quello libico. La Vladivostok e la Sebastopoli sono state costruite dalla Francia per la Marina russa in seguito ad un contratto da US$ 1.3 miliardi firmato nel 2011. L'accordo è stato sospeso alla fine del 2014 per il presunto coinvolgimento di Mosca nella guerra civile ucraina. Il contratto è stato ufficialmente risolto nell'agosto 2015. (IT log defence) Foto: Gazeta.ru