sabato 10 ottobre 2015

Droni francesi per l'Egitto

Sagem Patroller
Dopo la vendita degli aerei da combattimento Rafale,  la possibile fornitura della fregata FREMM e le voci di un accordo sulla portaelicotteri Mistral, Parigi offre all'Egitto i droni Patroller dell'azienda aeronautica Sagem,  società  controllata dal gruppo industriale Safran. Secondo fonti di stampa francese, Sagem avrebbe infatti firmato un accordo industriale esclusivo con la società di Stato egiziana Arab Organization for Industrialization(AOI)-Aircraft Factory; obiettivo del contratto sarebbe quello di soddisfare le esigenze del Cairo in materia di sistema di sorveglianza e di utilizzo di velivoli a controllo remoto (UAV). 

Secondo i termini dell'accordo, annunciato la settimana scorsa, sarà la componente Difesa di AOI-Aircraft Factory ad occuparsi dell'assemblaggio finale dei Patroller; gli impianti egiziani forniranno, inoltre, il supporto necessario per la messe a punto dei velivoli, la manutenzione dei mezzi e realizzazione di un centro di formazione del personale. Sviluppato in Francia da Sagem, il Patroller è un sistema tattico a lungo raggio dotato di un design modulare che permette di gestire un ampio spettro di missioni militari (intelligence; supporto alle truppe; sorveglianza del territorio; sorveglianza marittima; sicurezza interna). Trasporta un carico utile di 250 kg e garantisce un'autonomia di oltre 20 ore di volo, con un range di 180 km (estendibile a 500 km) e una quota di servizio di 20.000 piedi (6.000 m).  Dotato di un carrello retrattile e di un'ampia suite di sensori, vola ad una velocità di circa 200 km/h. (IT log defence) Foto:  Sagem