domenica 18 ottobre 2015

La Cina sostiene Putin in Siria

Liaoning (CV-16)
Pechino si appresta a coordinare un'azione militare a sostegno della campagna Russia in Siria. Nonostante l'8 ottobre scorso il Ministero degli Affari Esteri cinese abbia affermato di non avere notizie circa una possibile operazione delle Forze aeree dell'Esercito Popolare di Liberazione in Medio Orientesembra infatti ormai certo che anche la Cina voglia assumere un ruolo di primo piano in chiave anti Stato islamico (IS). Secondo l'intelligence cinese, i membri del gruppo militante Uighur, il Movimento islamico che opera nel Turkestan orientale, si starebbero addestrando nei campi siriani e iracheni dell'IS, un elemento che aumenterebbe in modo esponenziale la minaccia di attacchi terroristici nello Xinjiang, provincia maggioranza turcofona che rivendica l'autonomia dalla Repubblica Popolare.  

Come anticipato dalla stampa israeliana, Pechino avrebbe già schierato a ridosso delle coste siriane la portaerei Liaoning (CV-16), unità russa classe Admiral Kuznetsov costruita alla fine degli anni Ottanta dei cantieri ucraini di Nikolayev (Shipyard 444) ed acquistata dal colosso asiatico nel 2012. Secondo gli analisti, la portaerei, scortata da un cacciatorpediniere lanciamissili fino al porto di Tartus, sede dell'unica base navale russa nel Mediterraneo, sarebbe ancora priva di una sua componente aerea. I primi velivoli e il supporto tecnico-logistico necessario ad affrontare un'operazione di tale portata potrebbero comunque arrivare in Siria già entro novembre, dopo aver stabilito in via definitiva una cellula di coordinamento militare a Baghdad. Se così fosse si tratterebbe di 12 caccia multiruolo di quarta generazione J-15, 2 elicotteri antisom (ASW) Z-18F, 6 elicotteri multiruolo Z-18J e mille soldati. 


Shenyang J-15 Feisha
Con un dislocamento a pieno carico di 59.100 t (67.500 t la massa massima consentita), la portaerei Liaoning è lunga 304,5 m larga 75 m (270 m  e 35 m alla linea di galleggiamento) ed ha in pescaggio di 8.97 m. L'energia è generata  da 9 turbo alternatori e da 6 alternatori diesel che producono una potenza di 18 MWe; la propulsione è assicurata da 8 caldaie turbo-pressurizzate,  2 turbine da 50.000 hp (37 MW) e 4 turbine a vapore che generano 180.000 hp (134 MW) e che spingono la nave ad una velocità di 32 knots (59 km/h), con un range operativo di 3.850 nmi (7.130 km). L'autonomia, a 18 knots (33 km/h), è di 13.500 nmi (25,000 km) per 45 giorni di navigazione con 2.586 uomini a bordo, 628 dei quali assegnati alla componente aerea. L'unità, che adotta un armamento composto da 3 cannoni calibro 30 mm a 10 canne rotanti Type 1030 CIWS (close-in weapon system) e 3 sistemi missilistici di difesa aerea HHQ-10 (FL-3000N) da 18 celle di lancio ognuno, imbarca fino a 24 caccia multiruolo Shenyang J-15 Feisha, 6 elicotteri antisom/trasporto medio Aicopter Changhe Z-18F, 4 elicotteri  airborne early warning and control (AEW&C) Kamov Ka-31 e 2 elicotteri leggeri multiruolo Harbin Z-9 Haitun. (IT log defence) Foto: leitingcn.com/sina.com.cn