giovedì 11 febbraio 2016

Su-30 per la Bielorussia

Sukhoi Su-30
L'azienda di stato russa Rosoboronexport ha raggiunto con Minsk un accordo preliminare per la fornitura un numero imprecisato di aerei da combattimento Sukhoi Su-30SM Flanker alle Forze aeree e di Difesa aerea bielorusse (VVS-PVO). La notizia, diramata dal Vice Ministro della Difesa bielorusso, Generale Igor Lotenkov, precisa che i velivoli andranno a sostituire la flotta MiG-29 Fulcrum ereditata alla fine della Guerra Fredda dall'ex Unione Sovietica. La fornitura degli Su-30 è parte di un accordo più ampio di mutua difesa che tra l'altro comprende l'acquisizione degli addestratori avanzati Yakovlev Yak-130 Mitten e dei sistemi superficie-aria (SAM) S-400 Triumf (SA-21 Growler), S-300 (SA-10 Grumble) e Tor-M2E (SA-15D Gauntlet ). Per Mosca, la Bielorussia rappresenta  una vera e propria zona cuscinetto con l'Occidente; oltre ad una  forza aerea permanete di 4-18 caccia Sukhoi Su-27P Flanker dislocata presso la base aerea di Baranovichi e ad alcuni velivoli rischierati saltuariamente sull'aeroporto di Lida, la Russia mantiene in territorio bielorusso un certo numero di sistemi radar e batterie antiaeree. Rilevanti le attività legate alle esercitazioni congiunte e alla collaborazione industriale, con aziende meccaniche e  hi-tech impegnate nella manutenzione di aerei (558 AP3), sistemi di difesa aerea (2566 ZRREV) e di mezzi corazzati russi (140 Repair Plant), oltre che in programmi congiunti per la progettazione e la produzioni di apparati di radar e componenti destinati a nuovi sistemi di comunicazione (Belintersat, Agat-System, Alevkurp, Luch, KB radar....) e a nuovi sistemi d'arma (TSNIRT.....) . (IT log defence) Foto: 42.tut.by