mercoledì 16 marzo 2016

Egitto stanzia fondi per la Difesa

Dassault Rafale (EAF)
Per sostenere e rilanciare il programma di modernizzazione delle Forze aeree e navali il parlamento egiziano ha approva la settimana scorsa un piano di spesa di US$ 5,626 miliardi. La notizia, diffusa dal sito mediorientale Quwa, precisa che il 40% della cifra verrà stanziato attraverso fondi governativi, mentre i restanti US$ 3,375 miliardi saranno finanziati grazie ad un prestito fornito da un pool di imprenditori e banche francesi guidate dall'istituto di credito Credit Agricole. Il piano è stato varato per far fronte agli impegni relativi all'acquisizione dei 24 caccia multiruolo Dassault Rafale ordinati nel 2015, tre de dei quali già consegnati, e l'acquisto di una fregata multi-missione classe FREMM (Frégates européennes multi-missions), unità lanciamissili nata dalla collaborazione tra il gruppo Thales, multinazionale globale di elettronica specializzata nel settore Difesa, l'italiana Orizzonte Sistemi Navali, società di ingegneria navale controllata da Fincantieri, e la francese Armaris, di proprietà del gruppo industriale Direction des Constructions Navales Services (DCNS). Inoltre è prevista l'acquisizione dei sistemi d'arma che andranno ad equipaggiare la flotta Rafale e di quattro corvette classe Gowind, unità navali di seconda generazione con dislocamento da 2500 t la cui consegna è prevista per il biennio 2016-2017. Lo scorso anno l'Egitto ha concluso un accordo triangolare con Francia e Arabia Saudita per l'acquisto delle due portaerei francesi classe Mistral che la Russia non ha potuto acquisire a causa della questione Ucraina e del conseguente embargo imposto da Stati Uniti ed Unione Europea. (IT log defence) Foto: Quwa