mercoledì 31 agosto 2016

Corea del Nord esegue nuovo test su SLBM

Porto di Simpo
Pyongyang starebbe sviluppando un sottomarino di grandi dimensioni capace di lanciare missili balistici (SLBM) a medio raggio; il progetto, partito alcuni anni fa,  è stato confermato dall'agenzia di stampa nordcoreana Yonhap che, attraverso un comunicato diramato mercoledì scorso, ha reso noto il lancio di un missile Bukkeukseong-1 (Polaris-1, KN-11) da una unità sperimentale classe GORAE. Rilevato dai satelliti occidentali, il missile è partito alle 05:30 ora locale del 24 agosto 2016, durante una fase di immersione condotta a largo del porto di Sinpo, provincia orientale dell'Hamgyŏng Meridionale, ed è caduto in piena zona di identificazione dei sistemi di Difesa aerea giapponese (ADIZ),  a circa 500 km di distanza dal punto di origine del lancio. Con questo salgono a tre i test condotti dall'inizio dell'anno con missili KN-11: i primi due con un sottomarino classe Simpo, il terzo con un sottomarino classe GORAE. 

Secondo quanto pubblicato sul sito internet del centro studi "38 north", gli SLBM nordcoreani potrebbero mettere in seria difficoltà il sistema difensivo giapponese e sudcoreano. In materia di sottomarini capaci di supportare piattaforme di lancio per missili balistici a corto e medio raggio, Pyongyang sta, infatti, portando avanti da alcuni anni un progetto a lungo termine e dal 2020 sarebbe in grado di minacciare l'intera regione.  Lunghi 67 m e larghi 6,6 m, i sottomarini classe GORAE avrebbero un dislocamento di 3.000 t e sarebbero dotati di tre tubi di lancio verticali posti nella sezione centrale dell'unità. (IT log defence) Foto: 38 north