venerdì 7 ottobre 2016

Argentina aggiorna il T-34 C1 Mentor

T-34 C1 Mentor
Il Naval Aviation Command (NAV) della Marina Militare Argentina ha emesso un requisito operativo per la realizzazione di un piano di ammodernamento dei T-34 C1 Mentor che compongono la flotta della Escuela de Aviación Naval con sede presso la  base aeronavale di Punta Indio/Veronica. La notizia, pubblicata martedì scorso dalla rivista specializzata Forecast International, precisa che l'aggiornamento comprende l'upgrade della cabina di pilotaggio, il sistema di illuminazione interno, il sistema integrato di navigazione e il transponder, i sistemi di comunicazione e i display. Buenos Aires sembra quindi voglia puntare ancora sulla flotta Mentor, questo malgrado le insistenti voci circa una possibile acquisizione di un numero non precisato di IA-73 UNASUR I, biposto prodotti dalla Fábrica Argentina de Aviones (FAdeA), e nonostante il recente leasing sottoscritto con l'italiana Tecnam per otto addestratori P2002JF.

Dal punto di vista operativo, il T-34 C1 Mentor è, infatti, ancora in grado di sostenere un elevato numero di ore di volo e l'aggiornamento dell'avionica è stato deciso per soddisfare i requisiti previsti dall'agenzia federale del trasporto aereo argentino e dal regolamento militari di aero-navigabilità. Il T-34 è un addestratore biposto costruito dall'azienda statunitense Beechcraft; alimentato da un motore turboelica Pratt & Whitney PT-6A-25 da 715 shp (533 kW), raggiunge la velocità massima di 280 knots (518 km/h) e vola ad una velocità di crociera di 214 knot (396 km/h), con un range operativo di 708 nmi (1,311 km) a 180 knots (333 km/h) e 20.000 ft (6.100 m) di quota. Rischierato durante la guerra delle Falkland-Malvinas sulle basi di Calderon e Puerto Argentino, il T-34 C1 Mentor può effettuare missioni di attacco al suolo leggero ed è dotato di 4 piloni alari capaci di trasportare fino a 1.200 lb (544 kg) di armamenti: contenitori lanciarazzi LAU-32 e LAU-59; contenitore SUU-11 per mitragliatrice a canne rotanti M134 calibro 7.62×51 mm ; dispositivi AF/B37K-1 per il rilascio di bombe e flaresbombe a caduta libera Mk-81; bombe incendiarie BLU-10/B; missili anti-carro AGM-22A; equipaggiamento TA8X per il rilascio di bersagli mobili. (IT log defence) Foto: taringa.net