mercoledì 26 ottobre 2016

Israele rinnova flotta sottomarini

Sottomarino classe Dolphin 
Israele avrebbe stanziato EUR 1,2 miliardi per l'acquisto di tre sottomarini classe Dolphin di ultima generazione. Secondo quanto pubblicato venerdì scorso dal quotidiano Maariv, i sommergibili verrebbero acquisiti grazie ad un piano decennale approvato dal parlamento israeliano ed andrebbero a sostituire le unità più datate della Marina Militare israeliana (Ḥeil HaYam HaYisraeli), i sommergibili INS Dolphin, INS Livyathan e INS Tekumah. Entrata in servizio a partire dal 1999, la flotta Dolphin dello Stato ebraico è composta da 5 unità, tre di prima generazione e due di tipo AIP (Air Independent Propulsion). A queste ultime,  identificate dal costruttore come classe Dolphin-2 - l'INS Tannin acquisito nel 2012 e l'INS Rahav, entrato in servizio nel 2014 - se ne aggiungerà una sesta,  l'INS Dakar, con consegna prevista per il 2019. Realizzati nei cantieri Howaldtswerke-Deutsche Werft AG (HDW) di Kiel, i sommergibili della classe Dolphin-2 sono unità AIP diesel-elettriche con dislocamento in emersione di  2.050 t (2.400 t in immersione). Lunghi 68,6 m (225 ft) e larghi 6,8 m (22 ft),  sono spinti da tre motori diesel che sviluppano una potenza totale di 4,243 shp (3,164 kW). Sono armate con 6 tubi di lancio da 533 mm (21 in) e 4 tubi di lancio da 650 mm (26 in) e sono in grado di lanciare missili armati con testate nucleari da 200 kg (440 lb), contenenti fino a 6 kg (13 lb) di plutonio. (IT log defence) Foto: Jerusalem Post