venerdì 14 ottobre 2016

Parte l'aggiornamento degli Stryker

Stryker Infantry Carrier Vehicle (ICV) 
General Dynamics ha vinto un contratto da US$ 508 milioni per l'aggiornamento di 215 veicoli da combattimento 8x8 a fondo piatto Stryker. I mezzi, in dotazione alla fanteria, dovranno acquisire una serie di modifiche finalizzate alla mobilità e all'integrazione di componenti inseriti nella rete US Army. Derivato dal Light Armoured Vehicle (LAV) canadese Kodoak LAV III, lo Stryker è prodotto in 12 versioni (ATGM, CV, ESV, FSV, ICV, MC......) ed è considerato uno dei migliori veicoli corazzati di fanteria in circolazione: oltre al sistema di armamento a controllo remoto M151 Protector, che permette la gestione di una mitragliatrice Browning M2 calibro .50 e di una mitragliatrice M240 calibro 7,62 mm, o di un lanciagranate automatico Mk-19, e alla capacità di trasporto per 2 membri di equipaggio e 9 passeggeri, presenta, infatti, ottime performance in materia di sopravvivenza. 

Lo Stryker è dotato, infatti, di una corazza in acciaio spessa 14,6 mm resistente ai proiettili 7,62 x 51 mm e di piastre reattive (SRAT) aggiuntive che assicurano la protezione da proiettili 14,5 x 114 mm e da altre armi anticarro, oltre che dalla minaccia di mine e di IED (ordigni esplosivi improvvisati). Spinto da un motore Caterpillar 3126 diesel da 260 kW (350 hp), ha un'autonomia di 530 km e raggiunge una velocità massima di 100 km/h; prodotto sia nella configurazione 8x8 che in quella 8x4 ruote motrici, pesa circa 16,5 t e supera pendenza del 60% (30°). Grazie alla sua grande facilità di trasporto: mediante l'utilizzo di aerei tattici da trasporto come il C-130 Hercules, una unità di fanteria equipaggiata di Stryker può essere impiegata  in area di operazione in non più di 96 ore. General Dynamics ha assicurato che gli aggiornamenti dovrebbero essere completati entro il 30 aprile 2019. (IT log defence) Foto: General Dynamics