domenica 19 febbraio 2017

Eurofighter Typhoon: l'Austria chiede i danni

Luftstreitkräfte, Eurofighter
L'Austria potrebbe perseguire per vie legali il consorzio Eurofighter e il colosso europeo Airbus Defence and Space: attraverso l’Ufficio del Pubblico ministero di Vienna, il Ministero della Difesa austriaco avrebbe presentato una denuncia per sospetta frode e una richiesta di risarcimento per danni inflitti ai contribuenti austriaci che potrebbe superare un miliardo di euro. Le accuse, che Airbus considera infondate, riguardano il contratto da 2 miliardi di euro siglato nel 2003 per l'acquisto di 18 caccia multiruolo Typhoon, ridotti nel 2007 a 15 velivoli per un controvalore di 1,7 miliardi. Secondo le autorità austriache, il consorzio Eurofighter e l'industria aerospaziale Airbus avrebbero consapevolmente ingannato la controparte sui costi di compensazione, 183,4 milioni di euro che sono stati fraudolentemente inclusi nel prezzo di acquisto per coprire operazioni per le quali l'Austria non sarebbe stata messa al corrente. 

La denuncia si basa sulle indagini condotte da una Task Force costituita nel 2012 dal Ministero della Difesa austriaco; secondo il rapporto presentato al ministro Hans Peter Doskozil, nel 2003 la Repubblica d’Austria avrebbe selezionare l’Eurofighte Typhoon proprio a causa delle azioni fraudolente e ingannevoli perpetrate da Airbus Defence and Space e da Eurofighter GmbH. I danni, valutati dalle autorità in almeno 183,4 milioni di euro, potrebbero arrivare fino a 1,1 miliardi, una stima calcolata in funzione al prezzo di acquisto pagato per 15 Eurofighter, sommato alla differenza tra i costi operativo dell’Eurofighter sostenuti fino a oggi e i costi operativi ipotetici di un aereo alternativo, meno il valore corrente dei 15 Eurofighter austriaci. A questi verrebbero poi aggiunti danni relativi ai costi di gestione addizionali dell'Eurofighter che devono però essere ancora quantificati. Il consorzio Eurofighter, con sede a Monaco (Germania), si occupa della produzione e lo sviluppo della parte strutturale del caccia avanzato multiruolo Eurofighter; la parte motoristica è di competenza del consorzio denominato Eurojet. Il consorzio è costituito per il 46% da Airbus Defence and Space (già EADS), per il 33% dal colosso britannico BAE Systems e per il 21% dal gruppo industriale italiano Leonardo (già Finmeccanica). (IT log defence) Foto: Austrian Wings