martedì 4 luglio 2017

Mosca valuta finanziamento S-400 alla Turchia

S-400 Triumf
Tra Mosca ed Ankara la questione riguardante la concessione di un prestito finalizzato alla fornitura di sistemi missilistici a lungo raggio S-400 Triumf (SA-21 Growler) non sarebbe ancora risolta. La notizia, pubblicata dall'agenzia di stampa TASS, è stata diffusa dal Consigliere presidenziale russo per la cooperazione militare e tecnica, Vladimir Kozhin; lo scorso marzo la Turchia avevano espresso il desiderio di ottenere un finanziamento finalizzato all'acquisto di sistemi di difesa aerea, ma la questione sarebbe ancora in sospeso e secondo quanto dichiarato ministro della Difesa turco, Fikri Isik, Ankara starebbe valutando la possibilità di negoziare la fornitura anche con altri paesi. La Turchia, che attraverso il programma T-LORAMIDS sta cercando da anni di dotarsi di un proprio il sistema di difesa aerea anti missili-balistici, ha già cancellato un bando vinto nel 2013 dal sistema missilistico cinese HQ-9, missile superficie-aria derivato dall'S-300 che la China Precision Manufacturing Import-Export Corp (CPMIEC) aveva proposto a US$ 3,44 miliardi, battendo così la concorrenza del consorzio Raytheon - Lockheed Martin, produttore del Patriot PAC 3, e del gruppo italo-francese Eurosam, presente alla gara con il SAMP-T. (IT log defence) Foto: vpk.name