venerdì 24 novembre 2017

Dassault vicino alla vendita di 12 Rafale a Qatar ed Egitto

Rafale
Entro il 7 dicembre Dassault potrebbe concludere un accordo con l'Egitto e il Qatar per la vendita di una seconda trance di caccia multiruolo Rafale. La notizia, pubblicata dal quotidiano economico finanziario francese La Tribune, precisa che entrambe i paesi arabi sarebbero intenzionati a convertire l'opzione sottoscritta con Dassault con un l'acquisto di un ulteriore lotto di 12 velivoli. Con il precedente contratto, sottoscritto nel 2015, il Qatar si era impegnato ad acquistare per EUR 6,3 miliardi sei Rafale B biposto e 18 Rafale C monoposto, oltre ad un ingente quantità di armamenti. Nello stesso periodo il Cairo aveva invece concluso con la Francia un'affare da EUR 5,3 miliardi, un'operazione economica con la quale era riuscito a garantirsi l'acquisizione di 24 caccia, 16 monoposto e 8 biposto.

martedì 21 novembre 2017

EUA esporta Long-range Special Operations Vehicles in Turkmenistan

NIMR AJBAN 440 LRSOV
NIMR Automotive ha reso nota la firma di un contratto per la fornitura di veicoli speciali AJBAN 440A Long-range Special Operations Vehicles (LRSOV) alle Forze Armate del Turkmenistan. L'annuncio è stato fatto in occasione della Defense and Security Exhibition 2017 di Bangkok, in Thailandia. In realtà Aşgabat avrebbe richiesto un numero non precisato di mezzi LRSOV in configurazione predefinita; l'ordine ricalcherebbe i termini di una precedente fornitura, otto veicoli AJBAN 440A arrivati in Turkmenistan attraverso un accordo intergovernativo e che l'esercito utilizzerebbe per garantire la sicurezza delle frontiere. I veicoli AJBAN sono automezzi 4x4 personalizzabili e perciò equipaggiabili con una vasta gamma di attrezzature; sono progettati per missioni di ricognizione a lungo raggio e possono essere elitrasportati. Spinti da un motore da 296 hp a 6 velocità, hanno un range di 700 km e sono in grado di operare su qualsiasi tipo di terreno. Controllata dall'azienda di stato Emirates Defense Industries Company (EDIC), NIMR Automotive è un'industria meccanica con sede ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti. (IT log defence) Foto: NIMR



Cantiere Navale Vittoria costruisce per Fincantieri quattro unità da sbarco destinate alla Marina Militare

Landing Craft classe LC23
Il Cantiere Navale Vittoria di Adria (Ro) consolida la sua specializzazione in un settore strategico del comparto difesa, quello dei mezzi da sbarco, con la realizzazione di quattro unità Landing Craft per l’equipaggiamento della nuova unità anfibia multiruolo LHD, prevista nell’ambito del piano di rinnovamento della flotta della Marina Militare Italiana. Le Landing Craft, classe LC23, in costruzione al Cantiere polesano, dovranno svolgere funzioni di supporto nelle operazioni di trasporto e sbarco di personale, veicoli militari e civili e attrezzature logistiche. Il Cantiere di Adria si è aggiudicato, nella primavera di quest’anno, il bando per la fornitura delle unità ausiliarie indetto da Fincantieri, uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo e il primo per diversificazione e innovazione. La consegna delle quattro imbarcazioni è prevista per il 2021. 

lunedì 20 novembre 2017

Pattugliatori cinesi per la Namibia

C12 Daures
Tra Namibia e Cina prosegue la collaborazione militare  con l'acquisizione di due pattugliatori classe Type 037, unità navali che la Marina dell'Esercito Popolare di Liberazione ha donato al Paese africano nel quadro degli accordi bilaterali che da oltre mezzo secolo legano i due paesi. La notizia, diramata dall'agenzia di stampa Xinhua, precisa che le corvette, la C13 Brukkaros e la C12 Daures, unità anti-sommergibile da 430 tonnellate di dislocamento, sono state prese in carico dalla Namibiam Navy nel porto di Walvis Bay, sede di una base navale cinese dal 2015. Al momento la flotta della Repubblica della Namibia (1.572 km di costa) conta una forza di 1.200 marinai e circa venticinque navi  e imbarcazioni militari. Oltre ai citati pattugliatori, sono operative:  una nave di supporto logistico classe Elephant da 2.500 tonnellate, donata dalla Cina nel 2012; un pattugliatore classe Grajau da 200 tonnellate, acquisito dal Brasile nel 2009; un vecchio pattugliatore classe Oryx Class di costruito in Germania nel 1975; due pattugliatori veloci classe Marlim da 45 tonnellate, arrivati dal Brasile nel 2010, e una ventina di imbarcazioni di stazza inferiore. (IT log defence) Foto: mod.gov.na


Prima consegna del velivolo a pilotaggio remoto Falco EVO al cliente di lancio, un Paese del Medio Oriente

SAPR Falco EVO 
Leonardo, nel corso del Dubai Airshow 2017, ha annunciato la prima consegna del Falco EVO, Sistema Aereo a Pilotaggio Remoto (SAPR), al suo cliente di lancio, un Paese del Medio Oriente. Il primo dei velivoli di nuova produzione è stato completato ad agosto con il test di accettazione portato a termine in Italia presso Ronchi dei Legionari, il sito di progettazione e costruzione dei sistemi a pilotaggio remoto di Leonardo. Il velivolo è stato consegnato a settembre. Il Falco EVO, versione evoluta del sistema a pilotaggio remoto della famiglia Falco di Leonardo, è una piattaforma di sorveglianza e di acquisizione informazioni che può volare per oltre 20 ore consecutive con la capacità di imbarcare equipaggiamenti fino a 100 kg. Il Falco EVO è stato già selezionato da due Paesi del Medio Oriente, replicando il successo del Falco che è stato scelto da cinque clienti internazionali. 

sabato 18 novembre 2017

Leonardo si rafforza nei Paesi del Golfo nel settore della cyber security, grazie a una collaborazione con la società MVP TECH di Dubai

Leonardo al DAS17
Leonardo e MVP Tech hanno annunciato al Dubai Air Show (12-16 novembre) l’avvio di una collaborazione per fornire soluzioni integrate di cyber security negli Emirati Arabi Uniti. Le due società offriranno a organizzazioni governative e aziende servizi di sicurezza informatica personalizzati tra cui intelligence, gestione dei rischi, analisi, progettazione, sviluppo e certificazione dei sistemi. Fondata nel 2003, MVP Tech è specializzata nell'integrazione di sistemi di sicurezza e IT di produttori statunitensi, europei, australiani e di altri Paesi. L’azienda realizza progetti completi di integrazione tecnologica, operando come unico punto di contatto per i clienti nel settore della sicurezza, inclusa quella informatica. L'approccio di MVP sul mercato è caratterizzato da partnership di lungo termine e dalla capacità di sviluppare progetti complessi “chiavi in mano”, dal design iniziale ai servizi di supporto. Leonardo è tra le prime dieci società al mondo nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza. L’azienda sta guardando con interesse alle future opportunità negli Emirati Arabi Uniti ed è in corsa per contribuire alla protezione della manifestazione Expo 2020 di Dubai. Leonardo ha gestito con successo la sicurezza di Expo Milano 2015 ed è in grado di fornire soluzioni complete per i grandi eventi. 

venerdì 17 novembre 2017

Memorandum d'Intesa con la Tailandia per trasferimento di tecnologia e supporto per l'elicottero AW101

AW101
Leonardo ha firmato l’8 novembre un Memorandum d’Intesa (MoU – Memorandum of Understanding) con l’Istituto di Tecnologia Militare della Tailandia che prevede un trasferimento di tecnologia e di capacità di manutenzione, riparazione e revisione legato al potenziale ordine di elicotteri AW101 da destinare a Polizia, Esercito, Aeronautica e Marina Militare. L’MoU è stato firmato dal Direttore Generale ad interim dell’Istituto di Tecnologia Militare (Defence Technology Institute - DTI) tailandese, Colonnello Tawiwat Veeraklaew, e dal responsabile commerciale per l’Asia e l’Oceania di Leonardo Elicotteri Brian McEachen nel corso del Salone Defense & Security 2017 di Bangkok (6-9 novembre).